Cambiare lavoro dopo i 35 anni: i nostri consigli

Cambiare lavoro dopo i 35 anni: i nostri consigli

Conosci la frase del Prof. Randy Pautsch, uno dei più grandi geni della programmazione informatica, che dice “ogni ostacolo è lì per un motivo preciso: non per escluderci da qualcosa, ma per offrirci la possibilità di dimostrare quanto ci teniamo”?
Infatti, se cambiare lavoro a 35 anni può sembrarti difficile, sappi che si tratterà di una sfida – invece – emozionante e avvincente: e con i nostri consigli, sarà anche un successo.

Cambiare lavoro dopo i 35 anni: valorizza il tuo profilo

I 35 anni sono un’età che ai recruiter piace: perché chi è in questa fase ha quell’esperienza necessaria per passare dal profilo junior verso qualcosa di più strutturato: infatti, avrai sicuramente già acquisito buona esperienza lavorativa, pur essendo, per il lavoro in Italia, ancora piuttosto giovane e, quindi, in grado di imparare tante nuove cose.
Non temere – allora – il confronto con nuovi ambienti lavorativi e con i colleghi: perché,viste le competenze acquisite con i primi anni di occupazione, sarai sicuramente in grado di dare valore alla nuova azienda. Infatti, avviandoti verso la maturità lavorativa, la tua “expertise” può trasformare il tuo profilo da “junior” a “senior”: ricordati sempre di aggiornare e revisionare il CV, valorizzando tutte le tue skills.

I nostri consigli per cambiare lavoro:

Già lo sai: un CV perfetto è il primo passo da compiere. Come dicevamo sopra, riprendi in mano il documento, analizzalo e inserisci non solo le esperienze lavorative maturate, ma anche le competenze e gli obiettivi che hai raggiunto in ogni percorso. Perché sicuramente ora non avrai a disposizione solamente le soft skills (ti stai chiedendo cosa sono? Ne abbiamo parlato qui!) e le tecniche nate dallo studio, apprese durante la scuola secondaria superiore o con la laurea universitaria, ma reali competenze applicabili sul campo e concreti vantaggi competitivi che il tuo lavoro ha portato alle aziende per cui hai lavorato. Usali!

Successivamente, puoi trovare un mentore, un vecchio contatto o un ex collega capace di introdurti nel nuovo ambiente. Dove cercare, sennò, un lavoro nuovo? Innanzitutto, fai una ricerca, magari proprio in agenzia, oppure passa in filiale per proporti, sottolineando l’esperienza e le tue abilità sul campo desiderato, sia a livello pratico che a livello relazionale.
Un tocco in più? Scegli una formazione, un aggiornamento, che possa certificare le tue competenze: esistono tantissimi corsi, gratuiti e non, che possono darti quella spinta in più per emergere.

Arkigest Agenzia per il lavoro dedica, a te che desideri cambiare lavoro, un’intera sezione del sito: risorse gratuite, come video ed ebook, che possono sicuramente aiutarti a cambiare lavoro e trovare la posizione dei tuoi sogni. Ti aspettiamo qui!

CONDIVIDI SU

Comments are closed.

SEGUICI SU:
error: