Arkigest ha la risposta alle tue esigenze! Se cerchi personale
in somministrazione (a tempo determinato o indeterminato), contattaci oggi stesso.
I servizi dedicati a te
Somministrazione lavoro per elevate prestazioni
Arkigest ha reimmaginato il servizio di somministrazione lavoro per renderlo funzionale alle nuove esigenze delle organizzazioni aziendali: flessibilità, motivazione,cambiamento, apprendimento.
Per Arkigest, i candidati per qualunque tipo di mansione devono possedere caratteristiche che soddisfino tali esigenze. Pertanto la fase di selezione è concepita per identificarli, i servizi al lavoro per orientarli e la formazione per adeguarli alle varie culture organizzative delle aziende.
Il processo di somministrazionesi sviluppa in quattro fasi:
• IDENTIFICARE (conoscere l’azienda, la sua organizzazione e individuare i profili professionali)
• SELEZIONARE (ricercare il candidato, valutare le competenze,attitudini e aspirazioni)
• FORMARE (eventuale formazione propedeutica all’assunzione e traning on the job)
• SOMMINISTRARE (gestire il contratto e supportare l’inserimento della persona in azienda)

Il lavoratore viene assunto direttamente da Arkigest, ma svolge la propria attività nell’interesse dell’azienda utilizzatrice, sotto la sua direzione e controllo.
Il servizio di somministrazione di lavoro può essere gestito a tempo determinatoo indeterminato.
Arkigest con la sua squadra di professionisti ha l’esperienza e le competenze per gestire al meglio tutto il processo di somministrazione e quindi fornire velocemente la soluzione al vostro “temporaneo” problema.
Per maggiori informazioni, contattaci o recati nella filiale Arkigest più vicina a te. I nostri esperti sono a vostra disposizione!
Ricerca & Selezione per elevate prestazioni
L’essere umano, le capacità, il talento sono l’asset fondamentale e altamente strategico per le aziende che vogliono crescere e competere su vari mercati di nuove economie globali. Per le aziende il capitale umano costituisce un patrimonio fondamentale da valorizzare, motivare e formare.
Le risorse umane sono la componente più forte, più originale e distintiva di un’organizzazione, fondamentali quanto il capitale finanziario per la conduzione di un’impresa.
Arkigest mette a disposizione delle Aziende competenze, risorse e metodi per gestire con risultati ottimali il servizio di ricerca e selezione.

Le competenze che vengono analizzate nei candidati durante i colloqui sono quattro:
› competenze operative e di realizzazione;
› competenze gestionali, leadership, cooperazione, lavoro di gruppo;
› competenze di impegno, autocontrollo, flessibilità, efficacia personale;
› competenze cognitive per funzioni tecnico professionali.

Il processo di selezione:
› definizione del profilo,analisi del ruolo e delle competenze;
› canali di reclutamento specifici;
› metodi di selezione efficaci, rapidi e verifica delle candidature;
› progetti personalizzati e mirati a vari livelli di intervento;
› assistenza in fase di assunzione e di inserimento.
Perchè scegliere Arkigest?
Quali sono i vantaggi della Somministrazione di Lavoro?
Tutto quello che c'è da sapere sul lavoro somministrato
Il lavoro somministrato, ex lavoro interinale, è un contratto in base al quale un'impresa (utilizzatrice) può richiedere personale ad Agenzie autorizzate (Somministratori) iscritte in un apposito Albo tenuto presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
La somministrazione di lavoro coinvolge tre soggetti (agenzia, lavoratore, impresa), legati da due diverse forme contrattuali:
il contratto di somministrazione stipulato tra utilizzatore e somministratore che ha natura commerciale e può essere a tempo determinato o a tempo indeterminato;
il contratto di lavoro stipulato tra somministratore e lavoratore che può essere a tempo determinato o a tempo indeterminato.
Il contratto di somministrazione di manodopera esige la forma scritta, in assenza della quale il contratto è nullo e i lavoratori sono considerati a tutti gli effetti alle dipendenze del soggetto che ne utilizza la prestazione lavorativa.
Il pagamento della retribuzione al lavoratore e il versamento dei contributi previdenziali e assicurativi sono a carico del somministratore, con il rimborso successivo da parte dell’utilizzatore.
Per il contratto di somministrazione a tempo determinato non sussiste l'obbligo di apposizione della causale di utilizzo ai sensi dell’art. 20, comma 4 del D.Lgs. 276/2003 così come modificato dalla L. 78/2014. E' possibile specificare la causale solo in caso di sostituzioni di personale con diritto alla conservazione del posto (es. ferie, malattie, maternità, ecc...).
La Legge 99/2013, riprendendo un concetto già presente nel D.Lgs. 24/2012, ha confermato che i lavoratori in somministrazione hanno diritto a condizioni di base di lavoro e d'occupazione complessivamente non inferiori a quelle dei dipendenti di pari livello dell'utilizzatore.
La L. 92/2012 ha specificato che ai fini del raggiungimento del limite (pari a 36 mesi), oltre il quale il contratto a tempo determinato (ai sensi del D.Lgs. 368/2001) si deve ritenere a tempo indeterminato vanno computati anche eventuali periodi di lavoro svolti in virtù di un contratto di somministrazione a tempo determinato.
A tal proposito, la Circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 18 del 2012, ha sottolineato che i datori di lavoro dovranno tener conto solo dei contratti di somministrazione stipulati successivamente al 18 luglio 2012 (data di entrata in vigore della L. 92/2012).
- Il contratto di somministrazione di lavoro a tempo indeterminato (c.d. staff leasing) è ammesso solo per lo svolgimento di determinate attività e per i casi previsti dalla legge Biagi. In questi casi rientra ora anche lo svolgimento di apprendistato; la riforma Fornero, infatti, ha specificato che lo staff leasing è ammesso “in tutti i settori produttivi, in caso di utilizzo da parte del somministratore di uno o più lavoratori assunti con contratto di apprendistato”.
- Il lavoratore assunto a tempo indeterminato dall’agenzia di lavoro, ha diritto ad un’indennità di disponibilità per i periodi in cui non è in missione presso un utilizzatore.
- Le Agenzie per il lavoro autorizzate alla somministrazione di lavoro sono tenute al versamento della contribuzione per il finanziamento del Fondo per la formazione e l'integrazione del reddito previsto dal D. Lgs. 276/2003 da calcolare in misura percentuale sulla retribuzione corrisposta al personale in somministrazione.
Il contratto di somministrazione a tempo indeterminato (c.d. staff leasing)
Il contratto di somministrazione di lavoro a tempo indeterminato è ammesso per le seguenti attività: consulenza e assistenza nel settore informatico; pulizia, custodia e portineria; trasporto di persone e di trasporto e movimentazione di macchinari e merci; gestione di biblioteche, parchi, musei, archivi, magazzini, economato; consulenza direzionale; marketing; gestione di call-center; avvio e gestione di attività imprenditoriali; costruzioni edilizie all’interno degli stabilimenti, installazione e smontaggio di macchinari,’edilizia e cantieristica navale; cura e assistenza alla persona e sostegno alla famiglia; tutti gli altri casi previsti dalla contrattazione nazionale, territoriale o aziendale.
Il contratto di somministrazione a tempo indeterminato è soggetto alla disciplina generale dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato. Durante i periodi di non utilizzazione, il lavoratore rimane a disposizione del somministratore. Durante tali periodi di inattività, al lavoratore spetta un'indennità di disponibilità.
Il contratto di somministrazione a tempo determinato
La somministrazione di lavoro a tempo determinato è “acausale” ovvero i motivi possono riferirsi sia ad esigenze straordinarie che all'ordinaria attività dell'utilizzatore.
Ad esempio, la necessità di un incremento di manodopera per far fronte a picchi temporanei di attività dovuti a circostanze eccezionali o alle attività stagionali, ma anche la sostituzione di lavoratori assenti per malattia, ferie, ecc. Al contratto di somministrazione di lavoro tempo determinato, si applicano le regole del contratto a termine, escluse le disposizioni in materia di riassunzione, diritto di precedenza, successione dei contratti e durata complessiva. Divieti Il contratto di somministrazione è vietato nei seguenti casi: per la sostituzione di lavoratori che esercitano il diritto di sciopero; salvo diversa disposizione degli accordi sindacali, per le imprese che abbiano effettuato nei 6 mesi precedenti licenziamenti collettivi riguardanti le figure professionali oggetto della fornitura, a meno che tale contratto non sia stipulato per provvedere alla sostituzione di lavoratori assenti, ovvero riguardi l’assunzione di lavoratori iscritti in lista di mobilità, ovvero abbia una durata iniziale non superiore a mesi tre (Legge 191/2009).
Salvo diversa disposizione degli accordi sindacali, per le imprese in cui siano in corso interventi di integrazione salariale che interessino lavoratori adibiti alle mansioni oggetto della fornitura; per le imprese chenon siano in regola con gli obblighi previsti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Diritti e doveri del lavoratore somministrato Il lavoratore, anche se assunto dall'agenzia somministratrice, svolge la sua attività sotto la direzione e il controllo dell'impresa utilizzatrice.
Pertanto, egli è tenuto ad osservare le disposizioni date dall'impresa stessa per l'esecuzione del lavoro, come se fosse un dipendente di quest'ultima. Egli può fruire di tutti i servizi sociali e assistenziali di cui godono i dipendenti dell'impresa utilizzatrice. Il lavoratore, durante la missione, ha diritto a percepire la stessa retribuzione che spetta ad un lavoratore dell'impresa utilizzatrice che svolge la stessa attività. L'impresa fornitrice deve informare i lavoratori sui rischi per la sicurezza e la salute connessi allo svolgimento della missione, nonché formarli all'uso delle attrezzature di lavoro necessarie per lo svolgimento dell'attività prevista. Quest'ultimo obbligo può essere adempiuto anche dall'impresa utilizzatrice.
Il lavoratore può esercitare i diritti di libertà e attività sindacale presso l'impresa utilizzatrice e partecipare alle assemblee del personale dipendente. Ha inoltre uno specifico diritto di riunione, da esercitarsi fuori dall'orario di lavoro in locali messi a disposizione dall'impresa fornitrice. L'inserimento del lavoratore nelle banche dati dei soggetti autorizzati (agenzie di somministrazione) è gratuito. Normativa di riferimento Lgs. 10 settembre 2003, n. 276, artt. 20-28.